Da Reykjavik a Jokulsarlon – La costa Sud – Galleria fotografica Islanda


Annunci

58 risposte a “Da Reykjavik a Jokulsarlon – La costa Sud – Galleria fotografica Islanda

    • Buongiorno Mauro! Certo! Finisco le fotografie del nord e poi preparo un post “tecnico” con tutti gli indirizzi ed i costi, dai voli, agli alberghi, al noleggio 4×4, le escursioni ed il cibo! 🙂

  1. Grazie, aspetto con impazienza 🙂 Ho l’Islanda in agenda da diverso tempo, ma finora per varie ragioni ho privilegiato i trekking nella fascia sud del mondo, in Asia, Africa e America latina. Da appassionato di fotografia, oltreché di viaggi, le immagini che hai postato mi consolidano nell’intenzione di andarvi quanto prima.
    Devo dire però che nell’ottica di un trekking, banalmente pensavo all’Islanda in termini estivi anziché invernali; vedo invece che voi avete scelto diversamente…

    • Fotograficamente parlando, credo che la stagione invernale possa offrire qualcosa in più da un punto di vista della particolarità degli scenari; numericamente parlando invece, gli scenari a disposizione sono molti meno in quanto parecchi irraggiungibili. Per i trekking invece, mi sentirei di appoggiare la tua scelta della stagione estiva. In inverno la coltre neve è davvero estesa e credo che una guida sia praticamente indispensabile mentre in estate avresti completa libertà di azione..

  2. Strano a dirsi, ma mi comunicano inquietudine. O forse portano in superficie ciò che mi ha abitata in questi giorni. In ogni caso lasciano il segno.

    • Forse la mancanza di colore, o la mancanza di forme di vita… 🙂 immagina il silenzio, il rumore del vento, della pioggia, delle onde del mare in tempesta, il rumore di tonnellate d’ acqua che cadono da una qualsiasi cascata islandese, il rumore del ghiaccio che scricchiola…. Ti senti una cosa unica con la natura e questo è quanto di più rilassante io abbia mai provato in vita mia. Forse l’ unica cosa inquietante è rendersi conto di quanto inermi siamo davanti a certe forze…. 🙂

      • Non vorrei scadere troppo nel filosofico ma proprio l’essere inerme, il capire che non potrei niente contro certe forze della natura, mi ha donato una pace incredibile… 🙂

      • Sì capisco bene cosa vuoi dire. Una volta avevo visto una foto che metteva a confronto la Terra con altri pianeti e con le galassie e l’infinità dell’universo… la frase a corredo era qualcosa come “Siamo così piccoli nei confronti dell’universo che anche i nostri problemi, ansie e preoccupazioni di fronte a tanta grandezza si rimpiccioliscono”. Ma su di me ha sortito l’effetto contrario. Proprio l’essere inerme di fronte e a certe situazioni è mi genera inquietudine. E’ qualcosa con cui sto facendo i conti ora: arrendersi al non poter controllare tutto, a non poter sistemare tutto. Devo lavorarci. Ci sto lavorando. 🙂

  3. I luoghi li conosco, essendoci stato alcuni anni fa, ma visti dal tuo obiettivo mi appaiono ancora più belli e misteriosi. Complimenti, sei un fotofo veramente in gamba.

    • Più grande complimento non avresti potuto farmelo 🙂 grazie mille di cuore! Per ora hai resistito alla tentazione di un ritorno? Te lo chiedo perché io non riesco a pensare ad altro… 🙂

      • Ci penso spesso, ma non è il momento giusto. Prima o poi mi piacerebbe tornare e rivedere quei colori a risentire quel freddo, quel vento, a perdermi in quei silenzi primordiali

    • Grazie mille 🙂 ammetto che piace molto anche a me, ammetto anche di averla rivalutata al ritorno dal viaggio…… subito dopo lo scatto non mi sembrava niente di che (mi capita spesso 🙂 )

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...