Manali-Leh “Highway”


1185650_10201772049133838_134535924_nTranslate this Post here

La celeberrima Manali-Leh, 464 Km da percorrere in 2 lunghe giornate su strade che, usando un eufemismo, potremmo definire sterrate.

Partire da Manali e’ quanto di più semplice possa esserci, la città è disseminata di agenzie, noi abbiamo organizzato con la Lionheart Expeditions ( http://lionhearts.himalayas.free.fr ) sicuramente non la migliore e sicuramente non la più conveniente economicamente. Abbiamo deciso di affrontare il viaggio in 2 giorni con sosta al campo tenda di Sarchu, vi consiglio assolutamente di evitare il viaggio in 1 solo giorno per svariati motivi: per prima cosa vi perdereste dei panorami mozzafiato, seconda cosa ci sono dei pazzi alla guida e se abbinate questo alle pessime condizioni della strada….. terzo motivo è che l’esperienza del campo tenda è comunque da fare.

Abbiamo diviso una jeep in 3 persone spendendo in totale 8500 rupie + 600 rupie a testa per il pernottamento/cena/colazione a Sarchu, credo si potesse scendere almeno fino a 7000.

I minibus che percorrono questo tratto di strada costano 1800 rupie a persona (il prezzo è più o meno fisso in ogni agenzia); personalmente, in particolare se siete appassionati di fotografia, vi consiglio di scegliere la jeep in modo che vi potrete fermare dove, come e quando vorrete! Inoltre, dividendo una jeep, la differenza di prezzo è veramente irrisoria rispetto ai benefici (anche di comforts) che trarrete!

Oltre alla strada un altro temibile avversario è l’altitudine, considerate che arriverete fino ai 5328 metri del Taglang La, quindi qualche problema ci puo’ stare. Noi abbiamo usato il Diamox con fortune alterne.

Il campo tendato di Sarchu dove abbiamo pernottato è ben attrezzato, anche le tende standard prevedono il bagno all’interno. Piccolo neo, eravamo in 3 con 2 sole brande! Se sei con uno sconosciuto direi che non e’ proprio un problema da poco…i soliti overbooking indiani, un grande classico!  Sulla qualità del cibo offerto a cena ed a colazione preferirei sorvolare (ed io non sono una persona che si formalizza), gli unici che sembravano gradire erano un gruppetto di inglesi, e con questo ho detto tutto!

All’arrivo a Leh vi sentirete veramente sollevati per la fine del viaggio ma anche soddisfatti e consapevoli di aver vissuto una delle avventure più belle della vostra vita. I paesaggi cambiano durante tutti i 464 km di strada che farete, la costante che resterà ad accompagnarvi dall’inizio alla fine saranno gli spettri dei “deportati” dal Bihar ai bordi delle strade a spaccare sassi a mano con rudimentali martelli; senza ipocriti pietismi, inizialmente non sono facili da digerire certe situazioni, poi diventano parte e si confondono con il paesaggio, fino a sparire; cercate di tenerli vivi in testa, almeno.

Altre immagini della Manali-Leh Highway qua:

https://blogdelviaggiatore.wordpress.com/photo-gallery-manali-leh/

Galleria Fotografica   2

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...